grado zero


(clicca sulla foto per ascoltare)

La mano serve soprattutto a quello
coprire la curvatura in tutto il suo arco
a partire dall’ombelico e oltre
del resto
la polvere copre i nudi
l’acqua le radici
il favo della fronte travalica
ogni possibilità di calcolo

si può stabilire un limite a tutto
volendo
vedi quante finestre vuote
ognuna potrebbe accoglierci
senza il minimo sforzo
se non fosse che siamo già tutti fonema
il processo sembra ormai irreversibile

è questo – te lo dico una volta
per tutte – il primo e l’ultimo
articolo. Di ogni ellissi
resta una traccia un cavo nell’aria
alla fine
la luce reclama sempre una preda.

Annunci

One thought on “grado zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...