la saggezza del dolore

Sii saggio, mio Dolore, sta’ tranquillo.
Reclamavi la sera: eccola, scende,
un’aria oscura avvolge la città,
porta ad alcuni pace, ad altri affanno.

E mentre il vile gregge dei mortali,
sotto il nerbo spietato del Piacere
raccatta i suoi rimorsi nella festa,
dammi la mano, mio Dolore, andiamo

lontano. Guarda sporgersi ai balconi
del cielo, in vesti antiche, i defunti Anni,
il Rimpianto ridente riaffiorare,

sotto un arco dormire moribondo
il Sole, e trascinando il suo sudario,
ascolta, ecco la dolce Notte avanza.

Charles Baudelaire, “Fiori del male”
(traduzione mia)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...