reading

Lo scorso weekend, ero ad Avezzano, per un reading poetico.
Chi avvertisse l’impellente necessità di sentire che cosa ho detto, può farlo qui, sul Grande Tubo.

Qui i testi:
Annunci

2 thoughts on “reading

  1. La morte si affaccia ogni giorno alla nostra vita e sin da bambini “impariamo” giorno dopo giorno a rimuoverne, per riuscire a sopravvivere, il pensiero. E questo sia che si tratti di quella di un “galletto/ livornese”, ridotto dal progresso a merce cellophanata esposta in un supermercato, o di quella un insetto incontrato per caso sul nostro cammino (oppure, ormai, di quella di migliaia di esseri umani che attraversano ogni momento i nostri giornali, i nostri televisori). Ma può succedere anche che la penna di un poeta che non si rassegna a vedere svanire nel nulla tessere che, comunque esse siano, fanno parte della nostra esistenza, decida di fermarne il ricordo attraverso parole che, ritraendo la realtà nella sua crudezza, schioccano come colpi di frusta, colorandosi a tratti, per evitare la trappola della retorica, per dimostrare la propria volontà di resistere nonostante tutto, del colore amaro (come il bel giallo cadmio delle zampe di un galletto vissuto pochi giorni) dell’ironia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...