apofasi

In morte di Yves Bonnefoy e Valentino Zeichen
e per Dacca, 02.VII.2016

Un poeta ha un tronco due mani
organi pari e dispari in piena regola
qualcosa di ignoto nell’area di Broca
e forse un’emorragia che non si arresta
in qualche tratto fra la bocca e il nulla
ma per il resto niente di anomalo
che possa risultare da un referto.
Un tempo le teste mozze dei poeti
seguitavano a cantare galleggiando
già lontane dal corpo in tranci.
Oggi i poeti preferiscono tacere
è l’unica cosa ragionevole da fare
ci sarà pure qualcuno capace
di smagliare il silenzio.
Tacciano i poeti
anche di fronte alla morte
la propria come l’altrui
le parole si facciano piccole
cadano stecchite le ali.

Annunci

2 thoughts on “apofasi

  1. Ciao Sergio. secondo il mio caro amico Nicola Contegreco ci dovremmo essere conosciuti a Perugia. io frequentavo Filosofia. pensa, non sapevo che Bonnefoy e Zeichen fossero morti, l’avranno pure detto in televisione, ma io la televisione la guardo poco. così come la roba del computer. d’altronde, essendo due classici, per loro non c’era più differenza tra vita e morte. i poeti tacciono, non è tempo di parlare. ma la poesia rimane, e rimarrà infitta nel nostro costato finché non decideremo di guardarla, quella ferita, e capire ciò che ce la provoca e perché volevamo ignorarlo. ti saluto, per ora, Sergio. anch’io scrivo, anche poesie, e in te ne vedo molta di poesia

    • ciao, Marco, grazie per il commento.
      felice di conoscerti (o di ritrovarti: io ho frequentato lettere dal 1993 al 1999 e ho abitato con Nicola per un paio d’anni: se tu facevi filosofia e frequentavi Nicola, ci saremo di sicuro conosciuti, almeno di vista)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...