la ghiandaia

Sto qui, dove tra i rami
si aggira la ghiandaia,
mi approssimo a un segreto
che sfugge alla coscienza.

Preme cuore polmoni
mozzandomi il respiro,
mi sta in punta di lingua
e non trovo parole.

Non so se lo contengano
o il vento, o una cosa.
Forse un fruscio d’ala
tiene il senso del mondo?

È rimasta un’azzurra
penna sopra la sabbia:
un’acuta risposta
giace nella mia mano.

Günther Eich (traduzione mia)

Annunci

One thought on “la ghiandaia

  1. Forse è tipico dell’artista questo cogliere..in fondo nell’arte c’è un lampo di verità che dura un istante e in un istante svanisce e ne rimane un segno…un segno che svela e cela, afferrato e perduto. L’uomo di fronte all’arte è così: sa che c’è un mistero finalmente smascherato lì a cui tuttavia non riesce ad accedere pienamente. Nemmeno l’artista ci riesce, pur avvicinandosi pericolosamente. Così quando all’artista si chiede spiegazione della sua opera non può che rispondere: io non so cosa sia ma so che lì c’è qualcosa di intimamente vero, puro…essenziale, ridotto al minimo. È il nocciolo!
    E l’altro non può che rispondere: è proprio così..

    Si sa che quello è il nocciolo, ma non cosa sia il nocciolo.
    Non è molto pertinente forse..ma mi è venuto in mente leggendo. Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...